Presenza di Tadorna tadornoides (Casarca australiana) all’Isola della Cona.

Tadorna_tadornoides 14 dic 2010 Cona foto:Margitta Schuff


Fabio Perco



Presenza di Tadorna tadornoides (Casarca australiana)
all’Isola della Cona.

Nei giorni dal 10 dicembre al 15 dicembre 2010 è stato notato da più osservatori e a più riprese un gruppetto di volpoche (Tadorna tadorna), in genere composto da 5 o 6 esemplari, che Tadorna_tadornoides 14 dic 2010 Cona foto:Margitta Schuffhanno frequentato assiduamente l’area dei “campi allagati” (denominata A1 nell’ambito dei consueti monitoraggi). Tra questi, a una osservazione più ravvicinata, è risultato distinguersi un particolare individuo, rivisto sui campi coltivati in località Terranova il 20 dicembre da SILVANO CANDOTTO, assieme a uno stormo di oche. Tale soggetto, evidentemente ascrivibile al genere Tadorna per la tipica colorazione delle ali, le dimensioni e la postura, presenta tuttavia tinte del piumaggio decisamente anomale rispetto a una comune Volpoca. Una analisi dettagliata è stata resa possibile dalla documentazione fotografica raccolta e gentilmente fornita da MARGITTA SCHUFF – THOMANN di Grado. Le immagini si riferiscono alla data del 14 dicembre 2010; ulteriori osservazioni sono state registrate anche in seguito, come documentato anche da BRUNO FURLAN il 6 gennaio 2011. Le parti inferiori ed il petto del soggetto in questione appaiono ocra rossastro, con sfumature grigie verso i fianchi ed il groppone. Il capo è grigio - nerastro con un evidente spazio chiaro alla base del becco e attorno agli occhi. Si è potuto quindi appurare trattarsi verosimilmente di un esemplare immaturo e di sesso femminile di Tadorna tadornoides (JARDINE & SELBY, 1829): in italiano, seguendo la proposta di MASSA ET AL. 1993, “Casarca australiana”. Si tratta di un soggetto di provenienza aufuga, vale a dire fuggito da qualche allevamento in quanto è da escludere che possa essere giunto nell’area della Riserva naturale Foce Isonzo dall’Australia se non trasportato dall’uomo. Alcune caratteristiche del Tadorna_tadornoides 14 dic 2010 Cona foto:Margitta Schuffpiumaggio del soggetto di cui si tratta possono anche lasciar pensare ad un eventuale incrocio con la Casarca del Sud Africa (Tadorna cana) o con la Casarca neozelandese (Tadorna variegata), ambedue spesso rappresentate negli allevamenti amatoriali di anatidi. Poiché le varie specie del genere Tadorna possono produrre, in condizioni di cattività, “ibridi” che non di rado risultano essere fecondi, non si può del tutto escludere che l’animale di cui si tratta non sia geneticamente del tutto puro, elemento questo che potrà, almeno in larga misura, essere meglio definito con il raggiungimento dell’età riproduttiva e di un piumaggio di adulto completo . Si pone comunque il problema di una eventuale cattura, ad evitare il rischio di inquinamento genetico nei confronti della popolazione di Volpoca, attualmente in fase di affermazione e incremento nelle aree umide costiere dell’Alto Adriatico.

Bibliografia (principali testi consultati):

- MADGE S., & BURN H. 1988. Wildfowl: an identification guide to the ducks, geese and swans of the world. C. Helm ed.– London. Pp 298

- MASSA R., BOTTONI L., VIOLANI C. 1993. Lista in lingua italiana degli uccelli di tutto il mondo. Università degli studi di Milano. Pp 156.

- SCOTT, P. & DELACOUR J. 1975. The Waterfowl of the World. Country Life – London. Vol.I. Pp 284.

Tadorna_tadornoides 14 dic 2010 Cona foto:Margitta Schuff
Tadorna tadornoides, Cona, 14.12.2010 - Tutte le foto sono di Margitta Schuff

Tadorna  tadornoides, Cona, 06.01.2011-Foto B. Furlan
Tadorna  tadornoides, Cona, 06.01.2011 - Foto B. Furlan





stats