Harmonia axyridis in Cona

Davide Scridel


Harmonia axyridis all'Isola della Cona (Staranzano-GO) - cenni di storia, identificazione e dinamiche di popolazioni in Italia ed Europa


Introduzione:

La coccinella Harmonia axyridis (Pallas) (Coleoptera: Coccinellidae), anche conosciuta con il nome inglese di “Harloquin Ladybird” (Coccinella Arlecchino) o “Multicolored Asian Ladybird” (Coccinella Asiatica Multicolore), è un coleottero considerato alieno ed invasivo in Europa ed in Nord America. Queste denominazione si riferiscono alle molte variazioni che occorrono all’elitra (ala anteriore sclerificata – custodisce le ali posteriori) sia nei colori che nei pattern, caratteristica che a volte può renderne difficile l’identificazione. In Europa sono presenti tre diverse varietà: f. succinea, f. spectabilis, e f. conspicua (rara in Italia) (Fig. 1) (Brown et al., 2008).

 

Il giorno 4 dicembre 2010 diversi esemplari sono stati identificati presso il Centro Visite, Bar ed osservatori all’Isola della Cona (osservatori: D. Scridel). Successive osservazioni sono state segnalate da Gonars (S. Candotto), Fiumicello (D. Scridel); Forgaria nel Friuli (D. Scridel). La coccinella fino ad ora e’ stata osservata solo in due forme melanotiche: H. axyridis f. succinea e spectabilis (Fig.2).

Harmonia axyridis - Isola della Cona, 04.12.2010 - Foto D. Scridel

Origini e dinamiche di espansione:

La H. axyridis venne introdotta in Europa dall’uomo con lo scopo di controllare la presenza di afidi e dei coccidi nei frutteti. Le prime introduzioni risalgono al 1964 in Ucraina, seguite dalle introduzioni in Bielorussia del 1968. Nell’Europa Occidentale, l’introduzione della H. axyridis avvenne per la prima volta in Francia nel 1982, mentre la prima commercializzazione da parte di imprese nel settore agrario risale al 1995 (Coutanceau, 2006) (Adriaens et al., 2007). La radicazione in natura cominciò già alla fine degli anni ‘90, espandendosi poi rapidamente a partire dal 2002 (Brown, et al., 2008).

La diffusione e la distribuzione della H. axyridis in Europa è descritta in dettaglio da Brown et al. (2008), che ha segnalato l’instaurazione di questa specie in almeno 13 Paesi europei. Tuttavia, dal 2008 questa specie ha continuato ad espandersi e ad oggi, la sua presenza si può contare in almeno 26 Paesi. Proprio recentemente (2010) sono comparsi i primi esemplari anche in Irlanda (anche se l’instaurazione non è ancora confermata) e nei Paesi dell’Est Europa: Polonia (2006), Ungheria (2008), Slovacchia (2008), Lettonia (2009), Romania (2009) ed Ucraina (2009) (Brown et al., 2008).


Fig. 3 - Il grafico mostra la presenza cumulativa di H. axyridis in 50 m2 in Europa (Brown et al., 2008). Per una animazione sul progresso di invasione europeo seguire il link: http://www.ladybird-survey.org/harlequin_spread_EU.aspx


Per quanto riguarda il Sud-Est Europa, l’espansione di questo coleottero ha coinvolto Serbia (2008), Slovenia (2008), Bulgaria (2009) e Croazia (2010), dove le popolazioni sono ormai considerate radicate. La distribuzione massima settentrionale è stata registrata a Trondheim in Norvegia (ibid.).

In Italia: Dal 1995 al 1999 stadi adulti di H. axyridis furono rilasciati nelle coltivazioni agricole come agenti di controllo biologico degli afidi ma la commercializzazione fu molto debole e discontinua a causa del vociferare sulla probabile invasività della specie. Nell’ ottobre 2006 il primo caso di H. axyridis in stadio adulto e pupa fu riscontrato ritrovato in “natura” presso una zona urbana di Torino. Recenti dati sembrano indicare la radicazione della H. axyridis in quasi tutto il Nord e Centro Italia (Burgio et al., 2008).

Perche preoccuparsi? da: (Brown et al., 2009)

- Danni per la biodiversità - H. axyridis può causare estinzioni locali di altri Coccinellidi nativi.
- H. axyrids è un predatore di afidi molto efficiente ed ha una dieta più ampia rispetto alle altre specie di coccinelle native. Per questi motivi, può facilmente competere con specie autoctone (vedi il caso della Adalia bipunctata in Inghilterra dimezzata di numero in pochi anni).
- H. axyridis è stata osservata riprodursi con successo anche quattro volte in un anno in Grecia e due volte in un anno in Gran Bretagna. Dato che in Europa del Nord molte specie di coccinelle riescono a riprodursi una sola volta in un anno, la produzione di generazioni multiple potrebbe spiegare la distribuzione rapida e su larga scala di questo insetto esotico.
- In mancanza di afidi, H. axyridis può manifestare cannibalismo ed alimentarsi anche di specie autoctone ponendo quindi un serio rischio alla conservazione della biodiversità locale.
- Problemi per gli esseri umani – H. axyridis ha la tendenza a radunarsi in grandi numeri durante l’autunno e l’inverno.
- Molte persone considerano la H. axyridis come un fastidioso disturbo quando si aggregano in grossi numeri nelle loro case.
- Come meccanismo di difesa rilasciano un liquido giallo di pessimo odore che, in rari casi, può arrivare a macchiare gli arredamenti.
- In tarda estate possono danneggiare i frutti morbidi (es. pere) diminuendo così il valore economico di quest’ultimi.
- Dimostrano una predilezione per i grappoli d’uva nei quali si insediano rendendo difficile la loro individuazione durante i processi di pigiatura e causando così una contaminazione della sostanza vinosa (alcoloidi).

Bibliografia citata:

Adriaens T, San Martin y Gomez G, Maes D (2007)- Invasion history, habitat preferences and phenology of the invasive ladybird Harmonia axyridis in Belgium. BioControl (this issue). doi:10.1007/s10526-007-9137-6
Brown, P.M.J., Adriaens, T., Bathon, H., Cuppen, J., Goldarazena, A., Hagg, T., Kenis, M., Klausnitzer, B.E.M., Kovar, I., Loomans, A.J.M., Majerus, M.E.N., Nedved, O., Pedersen, J., Rabitsch, W., Roy, H.E., Ternois,V., Zakharov, I.A., Roy, D.B. (2008) - Harmonia axyridis in Europe: sperad and distribution of a non-native coccinellid. BioControl, 53, pp. 5-21.
Brown, P., Roy, H., Poland, R. (2009) - The Harloquin Ladybird Survey Website (On-line). Accessed on: 15 Jan 2011. Available at: http://www.harlequin-survey.org/default.htm
Burgio, G., Santi, F., Lanzoni, A., Masetti, A., De Luigi, V., Melandri, M., Reggiani, A., Ricci, C., Loomans, A.J.M., Maini, S. (2008) - Harmonia axyridis recordings in northen Italy. Bulleting of Insectology, 61(2), pp. 361-364.
Coutanceau J-P (2006) Harmonia axyridis (Pallas, 1773): une coccinelle asiatique introduite, acclimate´e et en extension en France. Bull Soc Entomol France 111:395–401.
Sidlyarevich VI, Voronin KE (1973) - Trials on using Leis axyridis under glass. Zashchita Rastenii 6:24.




stats