Segnalazioni

ott 30, 2011

Aquila reale



23 e 28 ottobre 2011

Fabio Perco

L'Aquila reale all'Isola della Cona


La presenza dell’Aquila reale (Aquila chrysaetos), rapace di grandi dimensioni, è di norma legata ai rilievi montani: osservare questa specie alle foci dell'Isonzo è un evento raro, anche se non tanto ormai come potrebbe apparire.

L'esemplare delle foto, scattate da Fabio Piccolo di Spinea (Venezia), venerdì 28 ottobre, è stato osservato nei pressi della Cona, accompagnato, come si vede, da una comune Poiana (Buteo buteo). Si tratta, nel caso dell’aquila, di un esemplare immaturo, forse nato nel 2010, riconoscibile come tale per gli spazi chiari sotto le ali non troppo estesi e per la grande barra terminale nera alla coda, che contrasta con la base quasi (ma non del tutto) candida. In una immagine si osserva bene il comportamento di "mobbing" della Poiana nei confronti dell'Aquila reale. In tal caso i due animali si trovano quasi alla medesima quota e la differenza di dimensioni, pertanto, appare evidente.

L'espressione "mobbing", è da pochi anni entrata nell'uso comune anche per chi si esprime in lingua italiana e nella giurisprudenza per indicare il disturbo accanito e ripetuto di una o più persone nei confronti di un loro simile (non di rado un collega). In origine tuttavia, l'espressione inglese si utilizzava spesso nel gergo faunistico-venatorio, indicando ad esempio il comportamento di una "folla" (= mob nella lingua d'Albione) di uccelli, di notte possibili prede, che si aggregano attorno a un gufo o a una civetta sorpresi invece all'aperto in pieno giorno quando il predatore non può nuocere. Comportamenti analoghi sono quelli delle anatre che sembrano "fatalmente" attratte dalla volpe, quando questa si attarda o procede lungo la sponda di uno specchio d'acqua. Fabio Piccolo, autore delle foto e delle osservazioni, attesta che oltre alla Poiana pochi istanti prima anche uno Sparviere aveva manifestato un analogo comportamento. Evidentemente i due rapaci di minori dimensioni sanno di poter facilmente sfuggire alla reazione dell'Aquila: più grande, più pesante e, quindi, più impacciata e meno manovriera.

l'Aquila reale, un tempo rarissima in pianura e non molto diffusa neppure in montagna, perchè perseguitata accanitamente, nidifica ora con varie coppie non troppo lontano dalla Foce Isonzo in Slovenia, anche lungo il corso del fiume e nella zona della Selva di Ternova (Trnovski Gozd), oltre che, ovviamente, in parecchie altre aree alpine in Italia. E' pertanto possibile che uno o più soggetti abbiano deciso di frequentare la "Bassa" alla ricerca di una tra le numerosissime prede possibili esistenti nella Riserva Naturale: dall'esotico Castorino (noto anche come Nutria, termine che però significa esattamente “Lontra” in lingua spagnola), alla Volpe o magari una Lepre, un'oca o, perchè no, uno fra i tanti cigni reali.

Una ulteriore osservazione, probabilmente del medesimo individuo, era stata già effettuata pochi giorni prima da Silvano Candotto, "manager" della Cona, il 23 ottobre, grosso modo all'altezza dell'ultimo ponte sul fiume. Ancora un’aquila della medesima specie era stata osservata anche da Kajetan Kravos il 3 febbraio 2009 e, precedentemente, da Paolo Utmar, in località “Renzita”, poco a monte del ponte sulla provinciale Monfalcone – Grado, il 6 e l'8 ottobre 2008. Le prime segnalazioni accertate per la Cona risalgono al maggio del 2003 e varie altre sono seguite negli anni.

Sono testimonianza della sempre più frequente presenza della specie in aree costiere e planiziali la notevole osservazione (documentata con una splendida immagine) effettuata da Glauco Vicario a Marano lagunare nel marzo 2005 (nei giorni 7 e 13, nell'ambito della Riserva Naturale di Valle Canalnovo) ed almeno due altri avvistamenti di Paolo Utmar: il 18 ottobre 2005 a San Canzian d'Isonzo (su una lepre) e nella zona di Piancada (idrovora Fraida, comune di Palazzolo dello Stella) il 26 maggio 2008. Sergio Lano ha a sua volta osservato e documentato fotograficamente un soggetto il 7 aprile di quest’anno nell’area a sud di Torviscosa, nell’ambito di una vasta area coltivata assai ricca di possibili prede.

Riteniamo che la presenza sempre più frequente di questo rapace nell'area protetta e, più in generale nelle zone costiere, sia da ritenersi un fenomeno altamente positivo, a garanzia di una migliore e più efficiente gestione del patrimonio faunistico ivi esistente, anche sotto il profilo sanitario. La speranza è che questi grandi predatori, che difficilmente possono passare inosservati in un ambiente così ampio e in prevalenza privo di ostacoli allo sguardo, come è la pianura coltivata, vengano effettivamente rispettati.

Per inciso, possiamo ricordare che questa araldica specie appare anche nel simbolo che caratterizza la Regione Friuli Venezia Giulia, principale sostenitrice, anche a livello economico (e nonostante i recenti tagli) della Riserva naturale. Il graduale ritorno di questo ed altri grandi rapaci ripropone quanto da anni si è verificato in vaste aree degli Stati Uniti d'America, dove l'Aquila dalla testa bianca o Aquila di mare americana (Haliaeetus leucocephalus - Bald Eagle, in inglese), ritornata in varie zone dove era stata eradicata, è oggi oggetto di severa tutela e grande entusiasmo popolare, figurando fin dal 1782 negli stemmi di quella nazione.

Di seguito le osservazioni della specie note per il territorio della Riserva Naturale (dati SBIC):

01-mag-03 - J. Casadio (prima osservazione)
01-apr-05 - M. De Luca
26-gen-06 - S. Candotto
26-feb-06 - I. Zanutto
10-apr-06 - S. Candotto
03-mag-06 - S. Candotto
29-nov-06 - S. Candotto
01-gen-07 - I. Zanutto
27-gen-07 - M. Grion
09-feb-07 - G. Riosa
02-mar-07 - S. Candotto
28-mar-07 - S. Candotto
05-apr-07 - K. Kravos, S. Candotto, N. Perco, N. Ventolini
06 e 08-gen-2008 - P. Utmar
03-feb-09 - K. Kravos
23-ott-11 - S. Candotto
28-ott-11 - F. Piccolo



Aquila reale Aquila chrysaetos con Poiana Buteo buteo - Isola della Cona, 28.10.2011 foto: Fabio Piccolo


Aquila reale Aquila chrysaetos con Poiana Buteo buteo - Isola della Cona, 28.10.2011 foto: Fabio Piccolo


Aquila reale Aquila chrysaetos con Sparviere Accipiter nisus - Isola della Cona, 28.10.2011 foto: Fabio Piccolo



Aquila reale Aquila chrysaetos - Valle Canalnovo (Marano Lagunare - UD), 07.05.2005 foto: Glauco Vicario


Aquila reale Aquila chrysaetos - Torviscosa (UD), 07.04.2011 foto: Sergio Lano


Aquila reale Aquila chrysaetos - Torviscosa (UD), 07.04.2011 foto: Sergio Lano




< Indietro Credits
Avanti > Segnalazioni



stats