Segnalazioni

dic 29, 2010

Volpe preda Nutria




di Luca Iancer


Isola della Cona, domenica 19 dicembre 2010, ore 12.05

Nonostante la temperatura molto rigida e le abbondanti nevicate dei giorni precedenti, ben consci di trovare i bacini della riserva ghiacciati, decidiamo ugualmente per una visita all’isola della Cona. Fatichiamo non poco per raggiungere il parcheggio dell’oasi in quanto le strade sono ghiacciate ed innevate. Siamo da soli.
Fin dalle prime osservazioni dal sentiero che costeggia il bacino vicino all’ingresso capiamo che non sarà una gran giornate per osservare le oche in quanto sono molto distanti verso il mare aperto ove l’acqua non è ghiacciata.
Una volta arrivati all’osservatorio “Marinetta” osserviamo quasi subito in lontananza una volpe Vulpes vulpes che sembra avvicinarsi. Capiamo solo dopo che sta puntando un grosso esemplare di nutria Myocastor coypus che ignara sta camminando sul ghiaccio del bacino.
La volpe si avvicina e dopo un periodo di studio e nonostante gli atteggiamenti difensivi e intimidatori della nutria parte l’attacco. La lotta è serrata e si protrae per parecchi minuti; è molto interessante notare come la nutria per difesa cerchi di colpire con i suoi artigli gli occhi della volpe. Dopo un estenuante combattimento la nutria soccombe.
Solo a questo punto ci accorgiamo che ha assistito alla scena una seconda volpe che zoppica vistosamente e si aggira ora nei dintorni della preda senza mostrare interesse. La nutria viene trasportata tra la vegetazione (dall’osservatorio guardando il mare a sinistra) e la volpe rimane li per quasi un ora. Scopriamo poi che in questo lasso di tempo la volpe ha diviso la carcassa della nutria in due parti , evidentemente la preda era troppo pesante per esser trasportata al di fuori del bacino in un viaggio unico.

Osservatori: Luca Iancer, Paola Carloni
Foto: Luca Iancer (info@lucaiancer.com)










































< Indietro Credits
Avanti > Segnalazioni 2010



stats